Camminare, dormire e mangiare bene: soprattutto in estate - itOstuni

itOstuni

CONSIGLI UTILI NATURA

Camminare, dormire e mangiare bene: soprattutto in estate

Camminare Al Mare

Siamo nel pieno della stagione estiva e ormai molti di noi sono sulle strade di vacanza. Il miglior bagaglio da portare insieme a noi sono certamente dei bei libri, attrezzi per lo sport, ma soprattutto delle buone dritte corredate da entusiasmo. Come pensiamo di organizzarci per il nostro benessere in vacanza? Proviamo a pensarci un po’ su! Vieni con noi. Iniziamo a “camminare”!

Camminare all’aperto, al mare, in collina o nei boschi

Camminare è la base principale di ogni attività fisica. L’ideale è camminare tutti i giorni, a passo spedito, ma non troppo veloce. In alternativa può essere utile una camminata lenta associata a una buona respirazione. Si consiglia di camminare per oltre mezzora al giorno. Camminare soltanto per mezzora può consentire di mantenere una condizione cardiovascolare sufficiente per gli anziani, ma non aiuta né a perdere peso né a evitare di ingrassare.

Camminare Allaperto A Passo Spedito
Pixabay

Chi non può dedicarsi alla corsa, può camminare seguendo un programma di allenamento graduale. Tale programma prevederà di aumentare fino a un’ora e oltre la camminata giornaliera. Una camminata di mezzora a cinque chilometri orari comporta un dispendio di circa 175 calorie. Camminare, inoltre, favorisce un buon tono dell’umore e aumenta la concentrazione.

Un buon sonno ristoratore per il benessere anche in vacanza

Il sonno è un bisogno primario e fisiologico fondamentale. Dovremmo dunque assicurarci un sonno di qualità. Se la sua durata scende sotto una certa soglia possono subentrare spiacevoli conseguenze. Incidenti stradali, depressione, obesità, diabete. Assicurarsi una buona qualità del sonno lo si può fare seguendo semplici regole per un sano stile di vita. Consumare pasti leggeri la sera ed evitare sostanze eccitanti a partire dal tardo pomeriggio. Prediligere la lettura di un buon libro alla televisione. Evitare di guardare lo schermo retroilluminato del tablet o dello smartphone prima di addormentarsi. Dormire almeno otto ore per notte sarebbe l’ideale.

Una Ragazza Che Dorme Serena
Pixabay

Indicazioni per star bene anche in vacanza. Camminare ma anche alimentarsi al meglio

Elencheremo qui alcuni principi universalmente riconosciuti per mantenere un buon stato di salute. Innanzitutto alimentarsi nel modo giusto, prediligendo frutta e verdura crude di stagione. Cereali integrali e carni bianche faranno il resto. Fatta eccezione per la mela, sarebbe consigliabile consumare la frutta lontano dai pasti principali. Mantenere un’alimentazione variegata ma non troppo. L’ideale sarebbe consumare al massimo tre o quattro cibi per ogni pasto. Assumere zucchero con moderazione ed evitare alcool, caffè e tabacco. Meglio orientarsi su alimenti poveri di calorie ma nutrienti e freschi.

Frutta E Verdura Fresche
Pixabay

Se possibile, mangiare verdure crude prima dei pasti. Queste, infatti, neutralizzeranno le tossine dei cibi che consumeremo subito dopo. Ruolo fondamentale è svolto dalla masticazione: infatti, masticare lentamente gli alimenti aiuta la digestione, che ha inizio in bocca. Inoltre, il cervello, riceverà una sensazione di sazietà se mastichiamo lentamente. Eviteremo in tal modo le abbuffate.

Il potere dell’acqua: come sceglierla

Bere almeno sei/otto bicchieri d’acqua al giorno aiuterà l’organismo soprattutto nei mesi estivi. L’acqua può essere scelta, nelle sue caratteristiche, in base alle personali necessità. In riferimento ai sali minerali contenuti nell’acqua, andremo a delinearne diverse tipologie. Acque calciche per preservare il benessere delle ossa; acque fluorate per prevenire la fastidiosa carie. Le acque ferruginose sono adatte a chi presenta una carenza di ferro. Quelle carboniche favoriscono i processi digestivi. Le acque magnesiache presentano proprietà lassative. Un ulteriore parametro per scegliere la nostra acqua preferita è il residuo fisso. Quest’ultimo – il quale è indicato sull’etichetta della bottiglia – se non risulta superiore a 50 mg/l contraddistingue un’acqua minimamente mineralizzata. La durezza dell’acqua, invece, che può essere temporanea o permanente, è strettamente collegata ai sali di calcio e di magnesio presenti nell’acqua. Infine, il pH esprime l’acidità o l’alcalinità dell’acqua.

Camminare, dormire e mangiare bene: soprattutto in estate ultima modifica: 2021-07-05T09:00:00+02:00 da Antonella Marchisella

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

¿Quién más ama la playa?

Julieta B. Mollo

Molto interessante!!

To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x