GLI OSTUNESI RACCONTANO OSTUNI

itOstuni

CHIESE COSA VEDERE

Chiesa di San Vito Martire e la Chiesa della Madonna della Grata

Ostuni Al Tramonto

In questo articolo perlustreremo altri monumenti di Ostuni tra cui prettamente le chiese. Sia quelle del centro storico ma anche quelle situate a valle del centro storico. Volgeremo uno sguardo alla Chiesa di San Vito Martire, alla Chiesa della Madonna della Grata e alla Chiesa di San Francesco d’Assisi. Al termine di questa piccola rassegna aggiungeremo un paragrafo su una struttura enigmatica del luogo, una ex fabbrica di tabacco che da sempre desta l’attenzione degli abitanti di Ostuni ma anche dei turisti.

Chiesa di San Vito Martire: ospita il Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale 

Viuzze, biancore, archi e chiese dall’aspetto particolarissimo caratterizzano la città di Ostuni. In questo articolo continueremo a perlustrare il luogo e le sue bellezze. Iniziamo con la Chiesa di San Vito Martire, uno dei monumenti più significativi di Ostuni. Il 15 Giugno 2017 è stata celebrata al suo interno, dopo ben 35 anni, una Santa Messa in occasione di San Vito Martire. La Chiesa ospita il Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale e si caratterizza di linee Rococò e stile Barocco leccese. Edificata tra il 1750 e il 1752, è annessa all’attiguo Monastero delle Carmelitane e presenta una cupola a mattonelle policrome. Al suo interno sono presenti gli altari barocchi di Francesco Morgese.

Gli interni della Chiesa Di San Vito Martire che ospita il Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia
Interni della Chiesa di San Vito Martire – Foto di Antonella Marchisella ©

Chiesa della Madonna della Grata: particolare e bellissima affacciata sugli orti

Edificata tra il 1912 e il 1920, dove sorgeva anticamente una chiesetta nel 1747, lega il suo nome a eventi miracolosi. Gaetano Iurleo è l’ideatore del progetto – in stile eclettico – dell’attuale chiesa che vide luce grazie alla generosità della comunità di fedeli. La chiesa – situata in Contrada Rosara – ha uno stile romanico moderno, gentile e sobrio internamente ed esternamente. Inoltre conserva al suo interno un affresco che precedentemente era situato nella preesistente chiesa settecentesca.

Primo piano della Chiesa Madonna Della Grata Ostuni
Chiesa della Madonna della Grata – Foto di Antonella Marchisella ©

Lo stile semplice di questa chiesa è sormontato da una particolare cupola. La prima domenica del mese di agosto ha luogo la processione della Madonna della Grata. L’evento viene svolto nella più naturale e silenziosa semplicità e riunisce un gran numero di fedeli. L’edificio è quasi sempre chiuso al pubblico. Nota per i miracoli cui ha fatto da sfondo, la Chiesa della Madonna della Grata è considerata un Santuario. Sorta nel XIV secolo, fu poi lesionata nell’ambito di un terremoto nel 1743 e successivamente restaurata da Gaetano Iurleo. Al suo interno presenta altari di marmo, dipinti di pregio e la statua dell’Immacolata. A navata unica con otto aperture ovali. Molti dettagli della Chiesa rievocano momenti della vita di San Francesco d’Assisi.

Curiosità: L’ex fabbrica di tabacco a valle del centro storico e la sua leggenda

Percorrendo la strada in salita che ci porterà all’agglomerato di case bianche di Ostuni, noteremo una struttura ubicata a valle del centro storico. Una ex fabbrica di tabacco che racchiude attorno a sé un’atmosfera suggestiva. Da sempre gli ostunesi la ammirano con curiosità.

chiesa - Visuale dell'Ex Tabacchificio di Ostuni
In lontananza la ex fabbrica di tabacco a Ostuni – Foto di Antonella Marchisella ©

Nelle orecchie degli abitanti riecheggia la leggenda secondo la quale vi sarebbe morta all’interno la figlia del proprietario, schiacciata da un montacarichi. Altri ne ammirano affascinati le aree visitabili. La struttura infatti è stata chiusa per cinquant’anni e riaperta parzialmente nel 2013. Essa è saltuariamente visitabile. Archi e rampe di scale si mostrano agli occhi dei visitatori: è possibile anche scorgere la tromba del montacarichi da cui ha preso vita la tragica leggenda citata. Note: La foto di copertina è di Giusy Errico Guida Turistica.

Chiesa di San Vito Martire e la Chiesa della Madonna della Grata ultima modifica: 2020-06-18T12:45:00+02:00 da Antonella Marchisella
To Top