La candelora per dare il benvenuto alla primavera - itOstuni

itOstuni

USI E COSTUMI

La candelora per dare il benvenuto alla primavera

Candelora

Il 2 febbraio è ufficialmente la data designata per la candelora. Quella che in italiano è definita candelora altro non è che la festa della Presentazione di Gesù al Tempio. La chiesa cattolica celebra questa festività il due febbraio. Candelora è una parola che richiama le candele. Esse, infatti, rievocano la luce per illuminare le genti. Per il suo alto valore simbolico e per la sua suggestività è una festa celebrata anche dagli ortodossi e da alcune chiese protestanti.

Le celebrazioni della candelora in Puglia

La candelora si celebra quaranta giorni dopo Natale. Giuseppe e Maria, infatti, quaranta giorni dopo la nascita di Gesù, lo portarono al Tempio di Gerusalemme per offrirlo a Dio. Fu proprio in questa occasione che a Giuseppe e Maria venne profetizzato che Gesù sarebbe stato luce per i popoli del mondo. La luce è dunque il simbolo della candelora.

Candele
Pixabay

La candelora nasce da una tradizione dell’antica Roma, quando nel mese di febbraio avevano luogo delle fiaccolate – cosiddette Lupercali – in onore di Luperco. In Puglia, a Massafra, è presente addirittura una Chiesa della Candelora, databile XII sec., chiamata così proprio per la festa cristiana che celebra la Presentazione di Gesù al Tempio. Si tratta di una bellissima cripta che purtroppo, a causa di rimaneggiamenti avvenuti negli anni ’80, è in parte decurtata della originaria planimetria.

Una chiesa nel cuore della Puglia dal forte impatto suggestivo

Si tratta comunque di una chiesa molto particolare perché presenta una pianta inversa. All’interno della Chiesa ci sono gli affreschi che rappresentano la Presentazione al Tempio di Gesù. Negli affreschi della cripta, inoltre, si visualizza una scena molto particolare: la Vergine che indossa un maphorion rosso e una tunica blu, guarda Gesù mentre gli stringe la mano. Il Bambino Gesù indossa, al contrario, una tunica rossa e un mantello blu, aspetto dalla forte valenza simbolica e spirituale.

Tra i festeggiamenti della Puglia, Putignano e Martano

A Putignano, in provincia di Bari, la Candelora è definita anche “Festa dell’orso“, che rappresenta anche uno dei più suggestivi riti dell’inizio del Carnevale. Il due febbraio, infatti, data conforme all’uscita dell’orso dal letargo, rappresenta simbolicamente la fine dell’inverno e l’inizio della primavera. A Martano, invece, in provincia di Lecce e comune della Grecìa Salentina, la candelora coincide con una importante fiera annuale. Quest’anno alla sua venticinquesima edizione, la “Fiera della Candelora” di Martano espone una tradizione culturale che narra la millenaria storia del territorio cittadino. E’ il primo appuntamento dell’anno per la cultura contadina e religiosa di Martano, una festa che scansiona i tempi delle stagioni.

La candelora per dare il benvenuto alla primavera ultima modifica: 2023-02-02T09:00:00+01:00 da Antonella Marchisella

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x